Il mio primo hennè

1 Commento

henne dopo

Avevo voglia di cambiare colore di capelli ma non mi andava di spendere dei soldi dal parrucchiere e nemmeno di comprarmi la solita tinta chimica. Ho iniziato a curiosare in rete cercando informazioni sull’henné. Mi ricordavo vagamente che si trattava di una tintura rossa ma non sapevo altro. Inutile dirvi che mi si é aperto un mondo!. Ho imparato che esiste l’ henné neutro ( che nutre i capelli ma non li colora), l’henné rosso che ė una polvere che si ricava da una pianta (Lawsonia inermis) che nutre e colora; e infine l’henné nero che appunto colora di nero e che si ricava dalle foglie di Indigo.
Ho scoperto che fa benissimo ai capelli e che puo essere fatto sia sul proprio colore naturale sia su capelli gia tinti chimicamente a patto però che si usi puro e non addizionato a picramato ( sostanza chimica).
Ho guardato molti video su you tube di ragazze che fanno review (recensioni) su varie marche di hennè e sul modo di farlo.

Ora vi racconto la mia esperienza.
Ho scelto di acquistare l’henné marca khadi.Ho comprato tre tipi. Quello red, quello castano chiaro e quello nocciola. Li ho acquistati sul sito Ecco Verde. É un sito carino con prodotti cosmetici e per la cura del corpo e capelli eco-bio.
Inoltre sull’henné fanno delle offerte sull’acquisto di due confezioni con buoni sconti.
Ho deciso di fare la mia prima prova usando 50. gr. di polvere in queste proporzioni. Due parti di hennë red e una di henné nocciola. Ho quindi usato 35 gr. di red e 15 gr. di nocciola. Ho messo in un ciotolino di plastica ( che é diventato il mio ciotolino ufficiale da henné!) e ho mescolato con un mestolo di legno ( con l’henné non vanno usati utensili di metallo!!) unendo un cucchiaio di aceto e una tazza circa di infuso di frutti rossi. Ho fatto una pappina della consistenza della nutella l’estate. Ho coperto con pellicola e una panno e l’ho fatto riposare tutta la notte. La mattina, dopo aver portato mio figlio a scuola, ho preparato la stanza del bagno con dei giornali per terra e mi sono fatta uno shampo .Ho riamalgamato l’henne aggiungendo un altro pó di infuso e un cucchiaio di miele. Ho infine proceduto da sola a mettermelo in testa. Pensavo sarebbe stato più complicato invece é stato fattibile!. ho poi coperto la testa con della pellicola da alimenti e messo una cuffietta trasparente usa e getta. infine mi sono messa un cappellino di lana per tenere al caldo la mia “cofana”!.
Dopo tre ore e mezzo ho sciacquato la testa.

Risultato: capelli più corposi e un po’ crespi. Lucidissimi e riflessati di un colore che definirei “cioccolato”. Molto forte l’odore che il primo giorno mi ha dato noia mache già due giorni dopo si sentiva molto poco.

Suggerimenti:
-l’henné tende a seccare i capelli e se avete capelli tendenti al crespo o comunque poco grassi potete aggiungere alla pappina di henné un barattolino di yogurt
-l’henné deve essere della giusta consistenza per essere spalmato senza che coli rovinosamente da tutte le parti. Occhio a non esagerare con l’infuso!.
-l’odore dell’henné che ho usato assomiglia a quello della terra. Non é molto gradevole e c’é chi aggiunge delle gocce di olii essenziali alla pappina. Io non l’ho messo e non mi ha dato noia eccessiva.Fate voi in base alla sensibilitâ del vostro naso!.
– sull’ossidazione dell’henné cercando in rete troverete opinioni discordanti. Io ho preferito preparare il composto la sera per usarlo l’indomani ma se avete fretta potete farlo un oretta prima della posa. Alcune ragazze sostengono che colori ugualmente.
– stesso discorso vale per il tempo di posa. I. teoria piü si tiene sui capelli piü prenderá il colore. Ci sono ragazze che ci dormono addirittura tutta la notte. In ogni caso consiglio di tenerlo almendo tre ore!.

20130428-152110.jpg

Un Commento (aggiungi i tuoi?)

Lascia un Commento