Liquore cremoso alla liquerizia

Nessun Commento

Questo è il mio primo esperimento in tema di liquori. Di certo prestissimo proverò a farne altri perchè sono facili da fare e danno tanta soddisfazione!.

Ecco gli ingredienti per un litro e mezzo circa di liquore:

750 gr. di latte intero
300 gr. di panna fresca
500 gr. di zucchero
60 gr. di liquerizia pura (io ho usato la Saila ma va bene qualsiasi altra buona marca)
150 gr. di alcool a 95°

Procedimento:

Tritare la liquerizia nel mixer più finemente possibile (non iniziate ad imprecare contro di me però….è vero la polvere di liquerizia finirà in tutti i pertugi del vostro mixer e sarà un po’ una scocciatura pulirlo bene dopo…..ma ne sarà valsa la pena!).Quindi unirla nella pentola con il latte e la panna che saranno stati scaldati bene. Mescolare per far sciogliere bene la liquerizia e poi filtrarla in un altro contenitore. Aspettare che si raffreddi completamente prima di versare l’alcool. (questo passaggio è molto importante se no la panna caglia e si formeranno dei grumi).
Il liquore è pronto perchè non richiede un tempo di riposo. Lo potrete imbottigliare e conservare in un luogo fresco. Anche se è fatto con latte e panna non è necessario che lo mettiate in frigorifero per conservarlo. Fatelo se desiderate berlo fresco perchè vi piace di più ma ricordatevi che con il freddo si addenserà ulteriormente.
Io l’ho trovato molto buono, denso al punto giusto e dal sapore di liquerizia deciso ma non troppo forte!
Voi che ne pensate?

Crostata alla crema di mandorle

Nessun Commento

Oggi vi posto la ricetta di una crostata semplice ma molto gustosa adatta ad una merenda o ad un fine pasto accompagnata ad un “ricco caffè”, come dice mia mamma.

Per la base:

300 g di farina
100 g di burro
1 uovo
1 tuorlo
75 g di zucchero a velo
1 cucchiaino di lievito per dolci

Per la crema alle mandorle:

2 tuorli
35 g di farina
575 ml di latte
75 g di zucchero a velo
100 g di farina di mandorle

Procedimento: Continua

MUFFIN DOLCI ALLE ZUCCHINE…ovvero come far mangiare la verdura ad un bambino

Nessun Commento

Ebbene si,
anch’io sono tra quelle mamme che ne inventano nere per far mangiare la verdura al proprio figlio…che invece ne farebbe volentieri a meno!. Ho abituato Alessandro Livio a mangiare un po’ di passato di verdura tutte le sere e poverino lui  butta giù la “sbobba” che gli preparo quasi  tutti i giorni!.
Alla ricerca di ricette “tattiche” mesi fa sperimentai la torta di carote (dal libro cotto e mangiato) in versione muffin e fu un grande successo. Ale (ed anche il suo babbo per la verità…) se ne mangiò in quantità e così mangiò anche tante carote (che lui non voleva mai!).
Ieri, dopo una breve ricerca in rete, mi sono imbattuta nella ricetta della “torta dolce di zucchine” del blog www.morbidedolcezze.blogspot.com Ho deciso di provarla in versione muffin e ne sono venuti precisi precisi 12. Eccovi la ricetta:

Continua

Crostata con nutella, mascarpone e ricotta

1 Commento

Oggi ho provato un’altra ricetta tratta dal forum “Dolci di Chiara”. Si tratta di una crostata golosa golosa e semplice da fare.
Avendo  variato un po’ la quantità degli ingredienti quella che vi posto posso definirla una mia ricetta. Se volete provare l’originale andate a cercarla sul forum suddetto (ricetta di Yu Yu).

Ingredienti per una tortiera a cerniera da 23 cm.
500 gr. di pasta frolla
400 gr. di nutella
250 gr. di ricotta
250 gr. di mascarpone
4 cucchiai colmi di zucchero
noccioline tritate q.b.

Procedimento:
Ungere la tortiera e foderarla con la frolla. Spalamre la nutella. A parte sbattere le uova con lo zucchero ed aggiungere mascarpone e ricotta.Montare il composto e versarlo nella tortiera sopra lo strato di nutella. Cospargere con le noccioline tritate.
Infornare a 170° per 40 minuti.
N.B. far raffreddare completamente primadi aprire la tortiera e sformare il dolce.

Provatelo e fatemi sapere se vi piace!

Mezze penne rigate al salmone affumicato, sedano e limone

Nessun Commento

Ecco la ricetta di una pasta fredda davvero buona. Fresca e semplicissima è l’ideale per una cena tra amici o per un buffet estivo.
Ingredienti per 4 persone:

300 gr. di mezze penne rigate
una busta di salmone affumicato
5 gambi di sedano
1 limone
sale,pepe, olio evo q.b.

Procedimento:
Mentre si cuoce la pasta mettere in una ciotola capiente il salmone tagliato a striscioline, il sedano a tocchetti e il limone grattato e spremuto. Unire la pasta tiepida e condire co sale,pepe e olio.
Servire tiepida o fredda.
E’ buonissima ve lo assicuro perchè è un incontro di sapori veramente fortunato tra l’affumicato del salmone, l’acre del limone e il croccante del sedano…da provare!!!

Torta liquerizie per una mamma golosa

Nessun Commento

Ecco un’ altra delle mie prime torte ancora non pubblicata.
Si tratta di una victoria sponge farcita con camy cream e frutti di bosco. Copertura e decorazioni in mmf.
Ecco la ricetta di questa base molto buona perchè, data l’elevata presenza di burro, resta sufficientemente umida da non richiedere una bagna.

225 gr. burro morbido
225 gr. zucchero
200 gr. farina auto-lievitante
4 uova grandi
25 gr. amido di mais
un cucchiaino di bicarbonato
5 cucchiai di latte
Procedimento:

Inserire tutti gli ingredienti tranne il latte in planetaria con il gancio a foglia. Far amalgamare bene e aggiungere a filo il latte. Impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Cuocere in due teglie da 21 cm. alte 5 cm. (io a volte ho usato delle tegliettine di alluminio usa e getta) imburrate e infarinate, a 180° per 25 minuti o fino a che i bordi non si staccheranno dalla teglia. Fate la prova stecchino e non vi preoccupate se la superficie resta appiccicosa perchè è normale!.
La farcitura ideale sarebbe un velo di marmellata e panna montata ma potete variare in base ai vostri gusti (come ho fatto anch’io in questo caso..).

Fiorellini di frolla, canestrelli e occhi di bue

Nessun Commento

Questi fiorellini di frolla sono una ricetta molto amata dell’ altrettanto amato forum dei “dolci di chiara” che visito giornalmente. Si tratta soprattutto di una bella idea, semplice da realizzare e dalla grande versatilità. Posto la ricetta di Yu Yu:

Per 25 / 26 fiorellini con pirottini:

1 uovo

80g di burro morbido morbido

100g di zucchero a velo(che io ho fatto a casa mettendo 100g di zucchero semolato con 1 cucchiaio raso di amido)

250g di farina a cui si aggiunge un cucchiaino di lievito per dolci Continua

Torta azzurra a due piani con nastri e rose bianche per Leo

Nessun Commento

 

Oggi per il compleanno del mio quasi maritino ho voluto mettermi alla prova doppiamente. Non mi andava proprio giù di non saper fare le rose di zucchero. Ci avevo provato diverse volte ma proprio i petali non riuscivano a venire. Credendo che il problema vero (al di là della mia evidentemente non eccelsa manualità…) fosse la pdz, ho deciso di comprare la famosa flower paste. Si tratta di una pasta apposta per fare i fiori che rispetto a una comune pdz ha della gomma adragante che le conferisce maggiore elasticità e che la fa seccare rapidamente rendendo i fiori fragili come porcellana. Sono felice del risultato che ho ottenuto! Continua

Torta giardino di fragole (di Luca Montersino)

Nessun Commento

Tratta dal libro “Peccati di gola” ho sperimentato questa torta fresca e colorata. Si tratta di una torta che unisce il pan di spagna alla mousse di fragola ed alla geleè di yogurt. Un po’ impegnativa da realizzare ma veramente buona!.

La difficoltà della torta sta nell’attenzione da porre nell’allestirla e nel dedicarci un po’ di tempo: il pandispagna, infatti, sarebbe meglio prepararlo magari il giorno prima; le mousse, la meringa e l’allestimento vero e proprio richiedono circa un pomeriggio. Infine, la torta ha bisogno di restare nel congelatore almeno una notte. Rispetto alla ricetta di Montersino ho dimezzato le dosi, eccetto che per il pandispagna. Ho scelto di farla rotonda utilizzando il cerchio di una tortiera a cerniera di 26 cm di lato. Sia che si voglia fare una torta quadrata che rotonda occorre disporre di un piatto o vassoio della misura giusta che possa contenere lo stampo. Sarà banale dirlo ma lo dico lo stesso: bisogna avere a disposizione sufficiente posto in freezer per ospitare la torta nelle varie fasi della lavorazione. Continua

La mia prima Saint-honorè

Nessun Commento

Per la festa della mamma ho voluto stupire la mia cimentandomi per la prima volta nella realizzazione del suo dolce preferito: la torta Saint-honorè.

Nei ricordi di mia mamma c’è quello di una torta sofficissima, profumata e con una crema chiara e pannosa ma che, a suo dire, non era una chantilly. Continua

Vecchie Inserzioni